bluebird,  laboratorio drammaturgia,  salvemini

Dialoghi sulla bellezza (II)

liberamente tratti dal saggio 

Le vie della bellezza

di Vito Mancuso

DIALOGO II. LA DISPUTA

– La vita è bella?

– Come si capisce se una cosa è bella?

– Le cose belle le desideriamo, quelle brutte no.

– Ma la vita?

– Io credo che la vita sia bellissima.

– Voglio le prove.

– La prova è che noi desideriamo vivere. È più forte l’istinto a vivere. A desiderare di vivere.

– Ma a te non succede di vivere una cosa bella e in quello stesso momento sentire un dolore?

– Sì, quando si è allegri e malinconici insieme.

– E quando vediamo una persona bella e abbiamo paura.

– Per me cercare la bellezza è il solo modo per capirla, la vita. Quando cerco la bellezza non lo faccio mica con gli occhi, o con le mani, ma con le cose più forti che ho: con l’anima, o il cuore, o la coscienza.

– Ma poi scusate, siete sicuri che la bellezza… esista?

– Esci di casa e guardati attorno. Quanta gente bella c’è?

– C’è n’è anche un bel po’ di brutta!

– Quello che è bello per me può non esserlo per te, quello che è bello adesso non era bello ieri, quello che è bello qui non è bello là. Vado avanti?

– Ma allora la bellezza è solo una convenzione sociale.

– E poi è effimera, passa.

– Secondo me no. È una di quelle cose che non cambiano.

– La bellezza è un’invenzione. Dobbiamo crearla.

– No no, è una scoperta. Dobbiamo trovarla.

– È il piacere soggettivo a generare la vera bellezza.

– È la bellezza oggettiva a generare il vero piacere.

– State esagerando.

– Leggo. “Ma questa bellezza, non appare forse a chiunque abbia i sensi funzionanti? E allora perché non parla nello stesso modo a tutti?”, e lo dice Sant’Agostino.

– Io dico che la bellezza oggettiva esiste. I fiori, per esempio.

– O le facce, i volti. Per me sono tutti bellissimi.

– Ci sono dei punti di bellezza universale. Ma gli uomini sono spesso ignoranti, e non la vedono

– “Ciascuno prova piacere secondo la sua natura” e lo dice Aristotele.

– Insomma ci sono uomini che vedono e uomini che no.

– “E bisogna essere uomini valorosi per riconoscere il valore degli altri”.

– E chi lo dice?

– Schopenhauer!

– Sai cosa dico io invece? Che se davanti alla Cappella Sistina o al Requiem di Mozart o al mare o a una montagna al cielo, tu resti indifferente, il problema non è di Michelangelo, né di Mozart, né della natura. È tuo.

– Per far coincidere il piacere (di chi dice che è bello ciò che piace) e la bellezza (di chi dice che è bello ciò che è bello), serve tanta educazione, e non tutti ce l’hanno.

– O non ancora.

– E serve anche un animo nobile.

– A me Mozart mi annoia.

– Tu non stai mica bene.

– Non posso rassegnarmi all’idea che la bellezza in sé non esiste. La bellezza esiste.

(…)

 

VAI A “DIALOGHI SULLA BELLEZZA (III). Dolore

Dialoghi sulla bellezza

liberamente tratti dal saggio  Le vie della bellezza di Vito Mancuso   Prologo: LA NATURA – Le onde alte. – Il vento forte. – Il fuoco che sale. – Il...

Dialoghi sulla bellezza (II)

liberamente tratti dal saggio  Le vie della bellezza di Vito Mancuso DIALOGO II. LA DISPUTA – La vita è bella? – Come si capisce se una cosa è bella? –...

Dialoghi sulla bellezza (III)

liberamente tratti dal saggio  Le vie della bellezza di Vito Mancuso   DIALOGO III: L’UOMO – Prima dicevi che ogni cosa naturale è bella ma ora che penso all’uomo non...

Dialoghi sulla bellezza (IV)

liberamente tratti dal saggio  Le vie della bellezza di Vito Mancuso     DIALOGO IV: L’ARTE – Gli animali non disegnano e non compongono musica, perché non sono cose che...

Dialoghi sulla bellezza (V)

liberamente tratti dal saggio  Le vie della bellezza di Vito Mancuso     DIALOGO V: SENTIRE – Ci viene spontaneo raccogliere le conchiglie sulla spiaggia, e i sassolini più belli, e fermarci davanti...

Dialoghi sulla bellezza (VI)

liberamente tratti dal saggio  Le vie della bellezza di Vito Mancuso     DIALOGO VI: DOLORE – Una volta le persone ballavano in due. Abbracciati. – E per non inciampare...

Dialoghi sulla bellezza (VII)

liberamente tratti dal saggio  Le vie della bellezza di Vito Mancuso     DIALOGO VII: LA BELLEZZA INTERIORE – In cima a tutto c’è una dimensione che non è economica...

Dialoghi sulla bellezza (VIII)

liberamente tratti dal saggio  Le vie della bellezza di Vito Mancuso EPILOGO – Cercavamo il senso della vita? – Se per senso intendi significato, non credo, e poi non lo...

Commenti disabilitati su Dialoghi sulla bellezza (II)